Titolo del corso: Conservazione e restauro dei Beni Culturali (Laurea Magistrale a ciclo unico)PFP2 – Manufatti Dipinti su supporto Ligneo e tessile.. Manufatti scolpiti in legno. Arredi e strutture lignee. Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti.

Ente erogatore: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa

Comparto: Tessile

Canale formativo: Laurea

Regione: Campania

Provincia: Napoli

Comune: Napoli

Modalità di finanziamento: N.D.

Sito web del corso: https://www.unisob.na.it/ateneo/restauro/index.htm?vr=1

Obiettivi

Il corso è articolato in cinque anni e segue alcuni percorsi formativi professionalizzanti regolamentati dal D.M. n. 87/2009:
– Materiali lapidei e derivati; superfici decorate dell’architettura;
– Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile, manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee, manufatti in materiali sintetici lavorati assemblati e/o dipinti;
– Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe.
Nei cinque anni previsti per l’apprendimento il discente dovrà acquisire una solida competenza di base relativa a tutti gli interventi connessi con il patrimonio, mobile e immobile, proprio dei beni culturali. A uno studio frontale, che prevede l’acquisizione di conoscenze di base nel campo dell’archeologia, della storia, della storia dell’arte, della storia dell’architettura, della fisica, della chimica e della biologia, si affiancherà un’articolata attività di apprendimento pratico che, oltre a svilupparsi nei laboratori allestiti nella struttura (o presso le sue sedi decentrate), potrà esplicarsi presso Enti e Istituzioni preposte alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio (laboratori e uffici di Soprintendenza, strutture museali, siti archeologici e/o architettonici).
Il Corso, al fine di completare la preparazione culturale, è costruito in modo da fornire allo studente una solida base teorica ed anche tutte le conoscenze di carattere tecnico connesse con gli interventi di restauro sulle diverse classi di manufatti previste dal decreto interministeriale.

Tematiche e contenuti

Il corso di laurea intende formare laureati in conservazione e restauro dei beni culturali con il profilo corrispondente alla qualifica professionale prevista dal DM 26 maggio 2009 n. 86, art. 1, comma 1.
Il restauratore di beni culturali dovrà saper valutare e rappresentare lo stato di conservazione delle opere e/o dei manufatti, riconoscendone e preservandone l’aspetto culturale oltre che quello tecnico. Dovrà di conseguenza saper progettare e realizzare le attività tese a limitare i processi di degrado dei materiali. Il restauratore dovrà avere competenze tecniche e manuali e capacità di dirigere e coordinare gli altri operatori attivi nel lavoro di restauro, che sia esso restauro diretto o azione preventiva volta alla conservazione delle opere d’arte. Il percorso formativo si prefigge di fornire competenze e conoscenze su:
– conoscenza scientifica dei materiali costituenti l’opera, comprendendo la struttura e i processi di degrado della materia;
– capacità tecnica adeguata all’esecuzione diretta delle operazioni sulla materia, oltre che sull’ambiente di conservazione, nella prospettiva di prevenirne e limitarne il degrado;
– capacità di progettazione e direzione dell’intervento in tutte le sue fasi;
– conoscenza di almeno una lingua europea oltre l’italiano.

Metodologia didattica

FAD Laboratori Pratica/Esercitazioni/Lavori di gruppo/Visite aziendali Stage/Tirocini Teoria/Lezioni frontali N.D.

Verifica degli apprendimenti

Verifiche in ingresso
Prove d’esame

Il regolamento didattico di Ateneo prevede l’attribuzione di n. 18 CFU alla tesi di diploma. La maturazione dei 18 CFU è relativa all’attività pratica che lo studente dovrà svolgere su un bene culturale per la preparazione della prima prova prevista dall’esame di laurea..

Requisiti in entrata

Titolo di studio
Esperienza

Sono ammessi al Corso di Laurea gli studenti in possesso di Diploma di Scuola Media Superiore o di altro titolo conseguito all’estero e riconosciuto idoneo. Poiché il corso prevede una ampia attività pratica di laboratorio e restauro l’accesso è a numero programmato.

Sbocchi professionali

La laurea, riconosciuta come qualifica professionale dal MiBAC, abilita alla professione di restauratore presso Soprintendenze ed Enti di tutela nazionali e internazionali, pubblici e privati, musei, scavi e siti archeologici, chiese e diocesi, collezionisti privati. Attraverso concorsi pubblici, appalti di lavoro, affidamenti diretti, consulenze, il restauratore dei Beni Culturali è per la legislazione vigente la figura abilitata alla progettazione e all’intervento diretto sul patrimonio culturale nazionale.

Articolazione del corso

I ANNO
Archeologia classica
Biologia
Chimica generale e inorganica
Fisica applicata ai beni culturali
Sicurezza sul lavoro
Laboratorio – per curriculum tele-legno
 
II ANNO
Archeologia medievale
Chimica dell’ambiente
Disegno
Letteratura italiana
Storia dell’architettura I (antica e medievale)
Storia medievale
Laboratorio – per curriculum tele-legno
 
III ANNO
Chimica per i beni culturali
Petrografia per i beni culturali
Storia dei giardini
Storia dell’arte I e II
Storia moderna
Laboratorio – per curriculum tele-legno
 
 
IV ANNO
Legislazione europea dei beni culturali
Museologia e critica artistica e del restauro
Scienza e tecnologia dei materiali
Storia del restauro
Storia dell’architettura II (moderna)
Storia e restauro delle tecniche antiche
Laboratorio – per curriculum tele-legno
 
V ANNO
Comunicazione strategica
Lingua inglese
Esami a scelta
Laboratorio – per curriculum tele-legno
 
Ore laboratoriali totali
CFU laboratoriali: 90 + 18 per prova finale
CFU materie teoriche: 192
La prova finale non è conteggiata nel numero ordinario degli esami
Per gli insegnamenti “a scelta dello studente” verrà predisposta un elenco di insegnamenti consigliati dall’Ateneo. La scelta dovrà essere consona al curriculum di riferimento, nell’ottica di approfondire le fonti di ricerca per la preparazione della tesi finale. Sarà necessario a questo riguardo maturare 12 CFU complessivi.
 
 

Durata del corso (mesi)

60

Ore erogate

1.500